E’ ora di ricominciare a immaginare il futuro. Perchè qualcosa è cambiato, probabilmente per sempre. Il cambiamento è l’opportunità da cogliere per decidere di imparare e migliorare. Per questo va scelto e non subito.

Mi sono interrogata su quello che posso fare per rendere il mio lavoro utile a chi ha una attività e tanta voglia di ricominciare. Così ho pensato ad alcune soluzioni semplici, flessibili ed efficaci.

E’ finalmente arivato il momento di “cambiare mentalità” per vedere tutto con occhi diversi e ritrovare l’entusiasmo per ricominciare a immaginare il futuro.

A volte basta poco per ritrovare l’entusiasmo e scegliere una  direzione originale e vincente: una nuova immagineinnovative strategie commerciali  sono solo alcune delle infinite possibilità a disposizione per realizzare tutto questo.

 

Il punto è orientarsi, decidere da quale puntop artire, porsi le domande giuste per scegliere la direzione giusta per il cambiamento. Ma soprattutto conta “semplificare”, ripartire con pochi elementi ma estremamente chiari.

A mio parere, sulla base dell’esperienza e del monitoraggio dei repentini cambiamenti che si sono verificati negli ultimi mesi, questi elementi potrebbero rappresentare davvero un buon avvio per il cambiamento:

 

  • Comprendere la realtà e l’ambiente;
  • Valorizzare l’esperienza;
  • Integrare le competenze;
  • Acquisire nuove conoscenze;
  • Apprezzare i vantaggi offerti dalle nuove tecnologie;
  • Conservare una giusta capacità critica per fare scelte guidate dal buonsenso, dal rispetto e dalla lungimiranza.

Ovviamente imparando a comunicare in modo efficace. Non siamo isole e comunichiamo anche quando pensiamo di non farlo. Vale per tutti. Per tutte le organizzazioni.

Comunicare in modo efficace vuol dire agire (e interagire strategicamente) per raggiungere un obiettivo.

Non basta “informare” ma è necessario ascoltare per conoscere il modo di comunicare delle persone alle quali vogliamo trasmettere informazioni.

Un esempio di applicazione di questo concetto in ambito aziendale può a questo punto essere molto utile.

Un volantino, un sito web, un blog o qualunque altro strumento di comunicazione va definito in modo studiato per permetterci di raggiungere i clienti che desideriamo informare. I messaggi saranno codificati in linguaggi adatti. Le immagini saranno scelte in relazione agli obiettivi. Nulla potrà essere casuale e tutto sarà oggetto di verifica. Se poi riusciremo a integrare tutti gli elementi direttamente collegati alle nostre comunicazioni (immagine, messaggi, interazioni e strumenti) allora potremo davvero ottenere i vantaggi di una buona comunicazione aziendale. Vantaggi che porteranno sia risultati commerciali tangibili sia miglioramenti a tutti i livelli dell’organizzazione.

Non è semplice, ma la comunicazione integrata è una sfida che richiede impegno e si può vincere con le giuste scelte strategiche e operative.

 

© Stefania Chionna 2020

 

Hits: 170